Psiche e Mente

Primavera e creatività

Marzo 10, 2020
primavera e creatività

Se in questo periodo facciamo fatica a fiorire e ad esprimere il nostro potenziale creativo, forse dobbiamo fare attenzione a come gestiamo le nostre energie.

Ormai sentiamo dire sempre più spesso che dentro di noi circola energia e che quella fisica e mentale sono strettamente interconnesse.

La primavera spesso porta con sé stanchezza e la necessità di lasciare andare gli accumuli dell’inverno. Questi sono sia fisici, dovuti al minor movimento e ad un’alimentazione più “pesante” che ci fornisce più energie per contrastare il freddo, sia mentali, legati ai mesi di lavoro intenso e impegni.

Però la primavera è simbolo di rinascita, è creativa per definizione. Dai rami potati e da terreni brulli vediamo spuntare germogli che richiamano alla vitalità, al risveglio di energie sopite.

Quanto più investiamo energia in attività quotidiane poco gratificanti che risultano dispendiose tanto più dobbiamo preoccuparci di ricaricarci. 

Come possiamo fare?

1)   Fare attività che riteniamo piacevoli 
2)   Concedersi dei momenti di riposo
3)   Nutrire bene il corpo con cibo sano e buono
4)   Nutrire la mente con stimoli positivi
5)   Fare attività fisica
6)   Circondarsi di relazioni positive 
 
Ma la sfida più grande è:

Riuscire a trovare il piacere anche nei doveri che occupano la maggior parte della nostra giornata.

Le ricerche scientifiche sottolineano l’importanza dell’atteggiamento con cui svolgiamo qualsiasi attività. 

Atteggiamenti inquinanti

Critica continua verso l’esterno: “in questo ufficio non funziona niente”
–  Critica continua verso l’interno: “non sono capace, non valgo abbastanza”
–  Pessimismo: “oggi va tutto storto”
–  Lamentela: “non ho voglia, è troppo impegnativo, pesante”
–  Paura del giudizio: “cosa diranno di me e del mio lavoro?”

Atteggiamenti positivi

 Apertura verso l’esterno: “mi apro alle situazioni senza pregiudizi”
– Apertura verso l’interno: “riconosco di avere dei limiti ma anche dei punti di forza” 
– Ottimismo: “ogni giornata può riservarmi qualcosa di buono”
– Pensiero positivo: “faccio del mio meglio e posso migliorare”
– Fiducia negli altri “posso confrontarmi con gli altri e imparare/insegnare qualcosa”


Ti sei riconosciuto in qualcuno di questi atteggiamenti?

A volte non è facile avere consapevolezza di sé ma se ti osservi per qualche giorno tenendo presenti questi meccanismi potresti scoprire qualcosa di nuovo su te stesso.

Sentendo più energie dentro di te, spontaneamente la creatività inizierà a far parte della tua giornata permettendoti di vivere con più soddisfazione lavoro, relazioni, tempo per te. Essere creativi significa mettere entusiasmo in ciò che sei e fai, trovando sempre modi nuovi e stimolanti di affrontare doveri e piaceri.

Claudia e Simona

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply