Appunti di benessere Psicologia

Celebrando un nuovo inizio

Gennaio 1, 2020

Inizia un nuovo anno. Sappiamo tutti che nel passaggio tra ieri e oggi in realtà non è accaduto nulla se non l’arrivo di un nuovo giorno come tanti altri. Però la chiusura di un anno e l’inizio di un anno nuovo portano sempre con sé pensieri, speranze, bilanci, rituali.

Credo sia importante celebrare un momento di passaggio perché ci mantiene nella circolarità della vita e degli eventi. Nell’epoca moderna l’essere umano vive un tempo perlopiù lineare in cui si nasce, si cresce e si arriva al termine della vita in un percorso costante e, appunto, lineare. Nel passato veniva data maggiore importanza all’aspetto ciclico degli eventi anche solo per il fatto di essere maggiormente connessi alla natura.

Tutto del mondo intorno a noi parla di ciclicità, basta osservare ad esempio le stagioni o le fasi lunari. Il continuum di luce e buio, sonno e veglia quotidiano. I molteplici inizi nelle nostre vite che porteranno ad altrettanti momenti di fine. Stare nel flusso circolare della vita ci aiuta ad accettare che ci possano essere momenti buoni e momenti meno buoni perché siamo consapevoli che tutto inizia e tutto termina. Insomma, tutto passa.

Come in un cerchio, arriverà sempre il momento in cui ripassiamo dal punto di partenza e sta a noi chiamare quel punto fine o inizio.

Quindi celebriamo il passaggio al nuovo anno e fermiamoci qualche istante a riflettere su quale ciclo di vita stiamo vivendo. Pensiamo se ci sono delle situazioni ancora aperte che in realtà hanno fatto il loro tempo e andrebbero chiuse. Lavori, relazioni, amicizie, attività, tutto ciò che riempie la nostra vita andrebbe ogni tanto rimesso in discussione per capire se continuare a sceglierlo o decidere che è il momento di passare oltre. Senza paura del vuoto perché è necessario spazio affinché qualcosa di nuovo possa arrivare.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply